Emilio Martini

Autore: Emilio Martini

Editore: Corbaccio

Pagine: 240

Genere: Thriller 

Anno Pubblicazione: 2016

Una nuova indagine per il commissario Bertè, che esiliato a Lungariva dalla sua amata Milano, si trova ad affrontare casi di omicidio piuttosto brutali, come la morte della commercialista Luciana Saturno, trovata dalla cameriera con la testa spaccata.

Un crimine efferato che lascia ombre e dubbi. 

Sul corpo sono state disposte tre carte dei tarocchi: Morte, Diavolo e Torre, e delle monete nella bocca; perché inscenare una sorta di “spettacolo pirandelliano” tanto grottesco quanto singolare?

Forse l’assassino voleva dimostrare qualcosa o semplicemente sfidare gli inquirenti?

Certo la commercialista non era uno stinco di santo e forse le indagini devono seguire una linea precisa, ovvero chi frequentava Luciana; innanzitutto un’amica cartomante anch’essa bizzarra e ambigua, un cliente ingannato, la domestica Irina e il suo fidanzato, un ex convivente e un autista innamorato.

Un intreccio di personaggi e storie personali, quelle di Bertè, che parallelamente porta avanti una storia travagliata con la sua amante Marzia, donna sposata, proprietaria della pensione dove lui vive.

Ma chi è il commissario Bertè? Un personaggio fuori dagli schemi, innamorato ma incapace di comprare il regalo giusto, combattuto tra l’amante e la sua ex, e “incazzato” perché la sua passione, la scrittura, è stata letteralmente fatta a pezzi da un editore, così decide di ambientare il suo ultimo romanzo noir nel mondo dell’editoria.


Bertè dovrà concentrarsi e riprendere in mano le indagini per scoprire il colpevole del feroce omicidio, perché tra la stesura del libro, Marzia e Patty, la sua ex, rischia di distrarsi. 

Un giallo dalla tinte noir sicuramente diverso proprio per la figura stravagante di Bertè, pseudo scrittore-poliziotto dalla coda di cavallo, che rende il tutto molto particolare e avvincente.

Scrittura scorrevole, un linguaggio colloquiale che ricorda il parlato del nord (“la Patty”, “ la Marzia”), e che simpaticamente fa da cornice alla storia.

Questo è stato il mio primo Martini e non sarà l’ultimo!



AUTORE – Dietro Gigi Berté si nasconde un vicequestore aggiunto in carne e… coda, che opera in un commissariato italiano. Per ovvie ragioni di riservatezza, Gigi non ha potuto esporsi con il suo vero nome. Anche dietro il nome Emilio Martini si cela qualcuno in carne e… penna: due sorelle scrittrici, Elena e Michela Martignoni, che conoscono bene il commissario, sono milanesi e amano molto la Liguria”

Questa e altre recensioni su:

http://www.thrillernord.it 

https://m.facebook.com/millesplendidilibrienonsolo/




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: