Recensione-Chilean Electric-Nona Fernández 

Titolo: Chilean Electric

Autrice: Nona Fernández

Edizione: Edicola Ediciones

Pubblicazione:2017

Pagg.:102

Pensa che quella che sto per raccontarti non è una storia…. È una luce soave, una piccola lampadina da quindici watt. Un faretto che allontana le paure e aiuta ad addormentarsi. Una lucina notturna che vigila sul tuo letto mentre dormi.”

img_5328

Santiago del Cile 1883 il grande spettacolo della luce elettrica sta per cominciare, una folla di curiosi è riunita a Plaza de Armas in attesa che l’interruttore illumini il buio…

“La luce resuscitava il giorno, lo faceva apparire in piena notte al semplice contatto di un interruttore.

Tra gli spettatori c’è una bambina affascinata, ma anche molto spaventata, la notte lasciava il posto al giorno illuminava le oscurità, le ombre svanivano, d’altro canto però, la luce elettrica si burlava del tempo.

Tra ricordi veri o presunti , tra presente e passato, attraverso salti spazio-temporali, rivivremo una parte importante della storia cilena, l’avvento della luce elettrica metteva in moto un crescente sviluppo urbanistico non da poco. Ma questo sviluppo non servì a illuminare le menti di certi illuminati, le repressioni, la violenza per sottomettere il popolo, la dittatura, gli scontri i pestaggi nelle pubbliche piazze, a un secolo circa dall’ accensione dell’illuminazione un ragazzino veniva travolto dalla furia della polizia, pestandolo a sangue con la punta di un fucile, scene come queste si sono ripetute più e più volte.

I contestatori che vivevano ancora con gli ideali di Salvador Allende, venivano violentemente puniti dalle autorità militare con a capo il dittatore Pinochet.

 Non sappiamo se i ricordi sono effettivamente reali o indotti, le varie ricostruzioni sono spesso annebbiate e non sempre collimano con la realtà.

Un saggio sotto forma di romanzo, breve ed essenziale; si ripercorrono momenti vissuti, storie reali e crude di una dittatura priva di sentimenti patriottici, si toccano momenti come la riesumazione dei resti del Presidente Allende nel 1990.

Per molti anni Salvador Allende fu per me soltanto una voce. Sapevo che era stato l’ultimo presidente eletto dal paese, sapevo che era morto all’interno della Moneda, però non avevo mai visto nessuna sua immagine, era solo un’ombra oscura e sfocata. In casa mia non c’erano foto di Allende. In nessuna casa di nessun amico, di nessun parente, di nessun vicino. E se c’erano, stavano ben nascoste, quindi non avrei mai potutovederlo. Per questo, durante i miei primi anni di vita, Allende non ebbe volto né corpo, ebbe solo una voce”

Salvador Allende, ucciso dallo stesso fucile che non voleva usare contro un sistema corrotto.

Come dicevo, non è dato sapere se i ricordi della nonna sono esistiti nella realtà o è solo, a sua volta, una portatrice di informazioni, per sentito dire o altro, cio’ che sappiamo è che nel 1883 la luce illuminò Santiago del Cile, spazzando via l’oscurità, anche se il futuro sarebbe stato meno luminoso di quello che è stato.

Potrei dire queste e altre cose, ma probabilmente ciò che dico sono semplici arbitrarietà, ingenue e sterili; non sono una storica, né una politica, né un’economista e non mi compete entrare nel merito. L’unica cosa che posso fare è osservare. Osservare e trascrivere, illuminando con la letteratura la temibile oscurità.

Mi piacerebbe parlare per ore di questo splendido libro, non esagero affermando che lo trovo un piccolo, grande capolavoro della letteratura sudamericana, intenso e struggente a tratti, reale e commovente.

Una narrazione potente quella di Nona, che strascina lungo le strade di Santiago il lettore facendolo immergere completamente, affascinante anche l’alternarsi dei racconti, gli eventi accaduti lasciano il posto alla narrazione di momenti intimi, come la scoperta della pancia della nonna senza ombelico, o il racconto della fotografia del cavallo di legno.

La scrittura di Nona mi ha aperto un mondo, è entrata sotto la pelle, fino ad arrivare al cuore, una scrittura che attraversa l’anima!

Articolo di Loredana Cilento

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: