Recensione-Il balcone- Andrea Dilorenzo

Titolo: Il Balcone

Autore: Andrea Dilorenzo

Edizione: Self

Pubblicazione: 2015

Pagg:246

“Un giorno, senza pensarci tanto, iniziai a mettere nero su bianco un sogno che avevo fatto e che, stranamente, – e non so proprio il perché, poiché il ricordo dei sogni, per quanto possano essere nitidi, si dilegua e si dimentica così tanto facilmente – non voleva proprio abbandonare i miei pensieri.”

Il balcone di Andrea Dilorenzo ha inizio con un sogno, un sogno che diverrà il prologo del suo libro.

… sinossi

Un balcone che si affaccia sul mare, circondato da un paesaggio surreale, in un luogo non ben definito, senza tempo. Una donna contempla l’orizzonte, come avvolta da un’aura misteriosa. All’improvviso un salto nel vuoto, un’esperienza indescrivibile che sfugge a qualsiasi spiegazione logica. Un sogno ad occhi aperti o un’esperienza reale ai limiti del conosciuto?

Due mesi dopo, Andrea, il protagonista di quella strana esperienza, parte alla volta dell’Andalusia per passare il suo compleanno in compagnia di alcuni vecchi amici. In quel di Granada conosce Sarah, una giovane esule siriana che si è rifugiata ad Almuñecar, dopo che la guerra civile le ha portato via la casa e la sua famiglia. Tra i due nasce un amore così improvviso e spontaneo che li porta subito a condividere molto più di una semplice passione. Tuttavia sembra che quell’amore e quell’incontro non siano dovuti soltanto al caso, e Andrea incomincia a credere che quel sogno non fosse soltanto un sogno, e che Sarah potrebbe essere proprio la donna che aveva visto – o immaginato? – su quel balcone misterioso.

La prima tappa di questo lungo viaggio è nella bellissima regione dell’Andalusia, sulla costa spagnola, Andrea ci accompagna ad Almuñecar sulle sue bellissime spiagge, ma non solo…

Andremo in Siria, Grecia, facendo poi ritorno in Italia insomma vivremo la storia di Andrea visitando e respirando l’atmosfera di tanti luoghi ricchi di storia e decisamente suggestivi.

“Però che bello è quando, prima di entrare in città, si attraversano le campagne del Tavoliere , sembra di passare nel mezzo di un oceano di grano. E la città, vista da molto lontano, sembra solo un ammasso di sassolini. È davvero immensa la pianura che avvolge Foggia. Poi, quando è bel tempo, si vede il promontorio del Gargano. ”

Il libro è diviso in tre parti ognuna delle quali affronta un viaggio alla ricerca della sua verità, che arriverà come un colpo di scena degno di un intricato mistero, un libro dalle sfumature noir, però nel pieno stile del surrealismo fantasy.

“«La filosofia dà molte risposte e spiegazioni, ma nessuna che possa definirsi davvero “verità”, né tantomeno così valida da contribuire davvero alla crescita dell’individuo, altrimenti l’essere umano si troverebbe di sicuro in una condizione psichica migliore di quella attuale.»”

Un’altra caratteristica del romanzo è la narrazione: in prima persona, lo stesso Andrea racconta e ci espone il suo lungo peregrinare, ma anche il suo sentirsi stretto nella citta natia: Foggia.

“ Ma è risaputo che chi ha l’animo del poeta, del sognatore, del viaggiatore, dell’avventuriero, anela instancabilmente e con tutto sé stesso conoscere altri posti, altre persone, altri odori, profumi, suoni, avventure, amori, che nella gabbia della sedentarietà e della routine della città natia sarebbe difficile, se non impossibile, realizzare.”

Il balcone è una storia particolare con un risvolto surreale, come dicevo poc’anzi, che cattura l’attenzione del lettore, nonostante alcuni passi un po’ ridondanti.

Avrei curato più intensamente la questione siriana, ma nel complesso è una lettura molto interessante.

La scrittura di Andrea è molto curata e ricercata che dà un tocco lirico alla storia e per questo credo che sia stato una piacevolissima lettura.

Andrea Dilorenzo è nato a Foggia nel 1983. Inizia lo studio della chitarra all’età di dieci anni, passione che lo porterà, poi, a calcari i palchi di clubs, piazze e teatri in Italia e all’estero. Dopo alcuni anni vissuti tra Spagna e America Latina, nel 2011 fa ritorno in Italia, dove risiede tutt’ora.

Articolo di Loredana Cilento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: