Bianca di polvere di M.McLaw- Recensione

Titolo : Bianca di polvere

Autrice : M.McLaw

Edizione: Ianieri

Pubblicazione: 2018

Pagg:176

 

Marianna Cimmino, con lo pseudonimo di M.McLaw ci trascina letteralmente nel mondo della tossicodipendenza, nel mondo lacerato e graffiato di tutti quei giovani, giovanissimi, che restano intrappolati per volontà, per gioco, per noia, per la seducente emozione di sentirti parte di un mondo irreale e lontano.

Clicca per accedere

È la storia di un tunnel maledetto senza uscita, o quasi, in quel tunnel c’è Bianca sporca dentro e fuori di polvere, questa è  la storia di Bianca di polvere, Ianieri Edizioni.

 

Ogni volta che buttavo giù quella successiva era come se, alla fine di ogni pippata, ci fosse sempre una nuova e più convincente prospettiva da cui scorgere questo mondo del cazzo

La polvere era il mio scudo, era la mia personale e nuova visione delle cose, forse sempre più malsana e sballata eppure, così amabilmente priva di ogni lontano e ben celato dolore.

 

Bianca ha una rabbia profonda, radicata, cementata nell’anima, è una cocainomane di alta borghesia, ma non è un vanto, lei lo sa, sa che può essere il filo che lega gli spacciatori ai tossici perbene, quelli di una bottarella al sabato sera.

La vita di Bianca si dipana tra un lavoro che odia, presso un viscido orco cattivo senza congiuntivi, e le serate al Fly pippandococa, con improbali amici con cui dividere la follia, per poi risvegliarsi in letti sconosciuti, e tra queste lenzuola stropicciate dai fumi dell’alcol e droga che nasce un amore inaspettato: Tommy dai capelli a fiocco di Natale.

 

Bianca ha assistito al presunto omicidio del patrigno e la polizia indaga senza clamore, ma con l’occhio puntato su questa famiglia perbene, ricca e ben inserita.

 

Tra l’ombra di questa morte misteriosa, la seducente polvere bianca e un amore, improvviso e travolgente, Bianca imparerà che tutto ha un prezzo, che non ci sono sfumature: o colpevole, o innocente. Vita. Amore. Morte.

 

Un libro che incede nella mente, scuote, zittisce, fa riflettere.

Ci porta davanti alla crudeltà della droga, che affabula, attira con le sue spire velenose e ti brucia l’esistenza. Uno scorcio sul mondo dei giovani che consumano la propria vita per lo sballo di un momento, un momento che porta all’ineluttabilità, annichilendo l’anima e il corpo.

 

Un messaggio, quello di Marianna, chiaro, forte, vibrante, come la sua scrittura, senza mezzi termini, scevra da fronzoli formali, incisiva, cruda che ben si adatta al tema.

E il tema è difficile, spinoso, amaro nelle sue conclusioni, scabro come la pelle che si consuma tra uno sballo e l’altro.

Marianna dà voce a un argomento che fa male, diviso tra pusher e consumatore, vittima e carnefice, ma in questo genere di  dipendenze non ci sono colpe da addossare, non criminalizziamo, non ergiamoci  a giudici, non puntiamo il dito, Marianna non lo fa.

Attraverso la vita di Bianca, vissuta al limite, s’incastra un mistero, e da qui prende vita un noir costruito pezzo dopo pezzo con ingegno. Non manca nulla a questo libro: c’è il mistero, c’è la componente sociale, anzi più di una, ci sono le donne vittime consapevoli e non dei loro carnefici, c’è l’amicizia, forte,prorompente e poi non ultimo l’amore.

 

Noi eravamo amore e polvere. L’amore tra i corpi è solo un amore di polvere. Ma quello che provo ora resterà. Eternamente. E adesso lo so. So che è questa l’unica cosa che resta. L’unica cosa che supera tutte le altre, che sopravvive alla vita, e che si fa beffa del tempo. 

L’amore. 

 

L’amore che sopravvive alla vita, non possiamo che essere d’accordo con Marianna che con Bianca di polvere ha esordito brillantemente, illuminando la letteratura moderna.

 

I have embraced the flame / forever and ever / I will scream the word / jump into the void / I will guide the heart / up to heaven” 

 

https://youtu.be/QqW_IThypf8

 

 Articolo di Loredana Cilento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: