CaSO4 di Cristian Martinelli- Recensione

Titolo:CaSO4

Autore: Cristian Martinelli

Edizione: 96, Rue de -la -Fontaine

Genere: giallo

Recensione di François Morlupi

CaSO4 di Cristian Martinelli, al suo esordio, è stato una bella scoperta. Soprattutto le prime cento pagine ad essere totalmente sinceri. La trama infatti stupisce positivamente per la sua originalità: due fotografi professionisti, Kyle e Alec sono alla perenne ricerca di fotografie di edifici abbandonati. Entrano dunque, più o meno legalmente, in complessi industriali o vecchie scuole. Una notte, s’imbattono in uno dei luoghi più raccapriccianti di New York: il manicomio Willard. Ma, quando la Omicidi ritrova il cadavere di una giovane ragazza all’interno del manicomio, i primi sospetti ricadono su Alec…Kyle è costretto, suo malgrado, a fare di tutto, pur di dimostrare che il suo migliore amico è innocente.

La storia originale scorre bene e incuriosisce, intrigando il lettore e immergendolo in una New York sporca, cattiva e letale. La descrizione della più celebre città Americana è avvincente e veritiera; frutto probabilmente di numerosi soggiorni dell’autore in città. Alcuni quartieri, così come certe dinamiche sono ben raccontate e avvincenti. 

Il nostro malcapitato protagonista, possiede tutti i crismi per affezionare il lettore: impacciato, permaloso, con alle spalle una storia d’amore finita male, timoroso, è uomo riflessivo più che d’azione. Tutto il contrario di un supereroe, un uomo comune, né bianco né nero, che tenta di sbarcare il lunario con una professione poco riconosciuta. La narrazione in prima persona ci aiuta a seguire i suoi ragionamenti, i suoi sbagli, le sue ansie e le sue preoccupazioni; si rivela una scelta, concreta, efficace e intrigante. Spesso infatti capiterà al lettore di commentare ad alta voce le scelte del protagonista o di avvertirlo di una sensazione di pericolo imminente. Quando ciòaccade, il romanzo può considerarsi un successo, lo scrittore ha varcato il confine invisibile tra lui e il lettore.

Aiutato dalla sorella di Alec, una donna dei servizi segreti affascinante quanto misteriosa ed ambigua, il nostro protagonista si ritroverà invischiato in un gioco ben più grande di lui, dove ogni ingranaggio rischia di schiacciarlo senza pietà. La scrittura semplice e diretta, ci porterà ad esplorare varie zone d’ombra e a spaziare tra l’arte, la cultura e la quotidianeità della grande mela. Traspare dal romanzo, una cultura etereogenea ed approfondita da parte dello scrittore e questo non può non essere rimarcato. E’ un grande punto di forza.

Se le premesse iniziali sono fondamentali per la riuscita del romanzo, a mio avviso, le ultime pagine non sono all’altezza purtroppo dello svolgimento. L’inchiesta ha un paio di passaggi a vuoto, come quando assistiamo a scelte poco comprensibili da parte dei protagonisti. In più, le parentele e le amicizie, casuali, in una città di nove milioni di persone appaiono forzate. Sarebbe stato opportuno, specificare meglio alcune dinamiche nonché approfondire le decisioni e i moventi del serial killer. Errori non gravi, ma che palesano una non perfetta maturazione dello scrittore, poiché con piccoli accorgimenti il risultato sarebbe stato ottimo e non “soltanto” buono.

Ma lo si perdona volentieri, calcolando che il potenziale di Martinelli esiste e brilla di luce propria. CaSO4 si rivela una lettura scorrevole, piacevole che vi terrà inchiodati dalla prima all’ultima pagina. 

Aspettiamo fiduciosi, il suo prossimo romanzo.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: