Dimentica la notte di Sara Ferri- Recensione-

Titolo: Dimentica la notte

Autrice: Sara Ferri

Edizione: Alterego

Pubblicazione: novembre 2018

Pagg:304

Recensione di Loredana Cilento

“Ogni sera, ogni benedetta mattina e ogni singola ora della giornata, la mia mente ripercorre a ritroso ogni passo fatto, senza trovare nulla. Scavando a fondo in ogni anfratto, in ogni mio dubbio o alternativa che mi sovviene, non riesco a trovare un filo conduttore che unisca tutto ciò che sta accadendo.”

Cosa ha fatto di così orribile per meritarsi una fine tanto orrenda?  É la domanda che si pone Noelia Basetti, l’ispettore di polizia incaricato di risolvere il caso del cadavere orribilmente mutilato, decapitato e ritrovato in un locale di Rimini appeso al soffitto. Non sarà l’ultimo, un altro ragazzo sarà barbaramente ucciso, l’idea che emerge è quella di serial killer.

I due casi non sembrano inizialmente legati, le due vittime non si conoscevano, nessun interesse in comune, ma qualcosa comincia a emergere.

Entrambe le famiglie non sembrano voler collaborare, ritrosie e omertà non danno spazio alle indagini, Noelia brancola nel buio.

Poi una luce sembra illuminare un caso difficile, la soluzione prende forma, una forma inaspettata, plasmata da odio, rancore, vendetta. La radice del male viene dal passato, un passato che ha cambiato la vita dei protagonisti in una maledetta notte da dimenticare.

Una carriera brillante quella di Noelia nella polizia, in due anni ottiene il ruolo di ispettore, si è impegnata fortemente a cambiare la sua vita da un passato che ritorna prepotente nei suoi pensieri, nei suoi sogni.

Un personaggio forte e introspettivo, inaccessibile nella sfera emotiva, riflessivo in quella professionale, audace nelle azioni.

Sara Ferri in Dimentica la notte, Altergo Edizioni, costruisce sapientemente un thriller dalle sfumature noir, soffermandosi sugli aspetti psicologici dei personaggi, facendo emergere i loro istinti più intimi, le loro fragilità.

In Dimentica la notte, il personaggio di Noelia cresce, si evolve, dopo il precedente Caldo amaro (vincitore del premio Ioscrivo), ritrova in un certo senso se stessa, la sua vita ha preso una piega diversa, migliore se vogliamo, abbandona le cattive abitudine, ma lo spettro degli avvenimenti che l’hanno vista coinvolta nella scia di sangue a Pesaro, ha lasciato cicatrici indelebili.

Un’atmosfera cupa avviluppa la bella città di Rimini ben lontana dall’immaginario collettivo, quasi come se vivesse in un ottundimento forzato, le ampie descrizioni, minuziose, particolareggiate del tempo e dello spazio evocano immagini di straordinario realismo.

Un thriller che rapisce il lettore grazie a una prosa             scorrevole, ma curata, e al quale non manca nulla solo di essere letto. Se ne consiglia, assolutamente la lettura!

Sara Ferri è nata a Pesaro, città in cui vive, nel 1982.
Dopo le scuole superiori ha intrapreso il percorso scientifico studiando biologia, la sua vera passione. Per lavoro ha dovuto abbandonare la strada della ricerca per una mansione più remunerativa. Con la scrittura, però, ha potuto rispolverare le sue conoscenze nelle materie di cui è sempre stata appassionata.
Pesaro, città da lei definita “un microcosmo”, è l’ambientazione del suo primo romanzo, Caldo amaro(Alter Ego, 2016), che si è classificato primo alla xii edizione del Concorso “IoScrivo”. Autrice di racconti, con il giallo breve Acque torbide ha vinto il Premio “Giallo Ovidio” 2018.
Dimentica la notte è il suo secondo romanzo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: