La gabbia dorata di Camilla Läckberg – Recensione –

Titolo: La gabbia dorata

Autrice: Camilla Läckberg

Edizione: Marsilio 

Pubblicazione: 2019

Traduzione:Laura Cangemi

Pagg:410 

Recensione di Loredana Cilento

 

“La catastrofe si avvicinava inesorabilmente. Certo, avrebbe dovuto notare i segnali. Avrebbe dovuto aprire gli occhi. Si dice che niente accechi più dell’amore, ma Faye sapeva che niente acceca più del sogno d’amore.”

Leggere Camilla Läckberg, per me, è sempre un piacere, che sia la sua fortunata serie ambientata a Fjällbacka, o con il suo nuovo libro, La gabbia dorata, Marsilio Edizioni.

Ora più che mai si parla di donne, donne ferite e maltrattate; mandano giù l’orgoglio e si sminuiscono fino a sparire, questo è il messaggio che Camilla vuole lasciare inaugurando con La gabbia dorata una serie, che a mio avviso ci terrà incollati alle pagine.

Faye ha alle spalle un passato oscuro, lascia Fjällbacka e il suo nome, Matilda, per ricominciare, per assicurarsi un futuro migliore, una nuova vita: Jack carismatico e ambizioso può coronare il sogno di Faye.

La loro storia inizia nel 2010, entrambi studenti universitari progettano il cambiamento, e a ciò contribuirà la stessa Faye lasciando gli studi e sostenendo economicamente Jack.

Fino alla realizzazione: belli, ricchi, e invidiabili, ma qualcosa lentamente cambia. Jack diventa anaffettivo, imperscrutabile nella sua torretta dove passa il tempo anche quando non è via per “lavoro”.

E poi la scoperta nuda e cruda del tradimento. Il mondo artefatto di Faye si sgretola, pezzo dopo pezzo come un castello di carte, cade inesorabilmente nell’abisso.

Le menzogne, i tradimenti, le continue vessazioni psicologiche spingono Faye alla vendetta, colpire l’uomo che l’ha resa succube, rinchiusa in una gabbia dorata.

“Quasi tutte le donne sono ferite di guerra, in un modo o nell’altro. Eppure hanno sempre taciuto. Hanno stretto i denti. Si sono mostrate generose e comprensive e l’hanno giustificato. […] Perché è così che fanno le donne. Indirizzano la rabbia verso l’interno, verso se stesse.”

Ma, insieme le donne possono essere forti, Revenge, una vendetta che si consumerà lentamente: nell’arco di tre anni Jack avrà la giusta ricompensa.

In una Stoccolma ossessionata dal lusso, dall’apparire, gli uomini confinano le donne nelle loro gabbie dorate, costruiscono imperi, viaggiano e si pavoneggiano dei loro successi; le mogli crescono i figli, organizzano le giornate, tra un aperitivo e l’altro, e in mezzo il vuoto, fino all’ineluttabile sostituzione con un corpo più giovane, più magro e desiderabile. 

“L’esperienza di dover restare in secondo piano, di essere giudicate in base al proprio aspetto  fisico, l’aspirazione ad adeguarsi alle aspettative e compiacere…era questo ad accomunare le donne di ogni età, paese, epoca.”

Il romanzo si alterna tra passato e presente: tra ricordi e incubi di un passato da dimenticare e un presente da cambiare. L’infanzia infelice di Faye, un padre padrone e le violenze che si consumavano all’interno delle mura domestiche, una madre vittima di uno spietato aguzzino.

Una rabbia rinchiusa dentro per poi sfociare come un fiume in piena, e travolgere anni di menzogne, di umiliazioni, una vendetta studiata, pianificata nei particolari. Faye prende quindi coscienza delle angherie subite e incanala questa rabbia verso l’obiettivo: distruggere Jack. Ed è questa sete di vendetta che le dà  la capacità di cambiare prima se stessa poi la sua situazione economica e infine il colpo di grazia.

Ho apprezzato molto la lettura di questo libro, che si base soprattutto su un messaggio inequivocabile: opporsi alle sopraffazioni, ribellarsi alla sudditanza di uomini senza scrupoli.

Molto appassionante anche il ritratto che si dà all’amicizia tra Faye e Chris fino alla fine, sempre e comunque. 

Un thriller psicologico che mantiene vivo l’interesse e la suspense, curato nei dettagli sin dalle prime pagine, per poi concludersi con un coup de théâtre finale che rende merito a questo straordinario romanzo, confermando l’indiscussa scrittura della Läckberg.

 

 

Camilla Läckberg ha pubblicato dieci romanzi e due collezioni di novelle. La sua serie di libri è stata una delle più vendute in Svezia e anche a livello internazionale. In totale Camilla Läckberg ha venduto venti milioni di copie e la sua serie è stata venduta in cinquanta paesi.

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: