Le donne di Lazar’di Marina Stepnova, Voland Edizioni – Recensione-

Titolo: Le donne di Lazar’

Autrice: Marina Stepnova

Editore: Voland

Pubblicazione:2018

Pagg:442

Traduzione di Corrado Piazzetta

Recensione di Loredana Cilento

“Sì, aveva ventinove anni ed era innamorato di una donna che ne aveva sessanta. No, non innamorato: amava una donna che ne aveva sessanta, e l’amava quando ne aveva avuti quarantanove. E cinquantacinque. E l’avrebbe amata quando ne avesse avuti ottanta e, senza il minimo dubbio, quando li avesse avuti lui.”

Quella che vi racconterò è la straordinaria storia di Lazar’ Iosifovic Lindt, nato in un piccolo villaggio ebreo e che si presenterà a Mosca nel ’18 all’Università statale; l’autrice, Marina Stepnova, con grande capacità descrittiva ci fa immergere da subito nell’atmosfera dell’epoca: non un clima di freddo orrore, bensì un clima quasi sereno, Mosca era tornata a essere la capitale di uno stato ancora incerto.

ledonne
clicca per accedere

Con un quaderno e la testa infestata da pidocchi, il giovane Lazar’ farà breccia nella vita dei Caldonov.

Lazar’ è brillante, intelligente, un genio delle scienze, ma sicuramente un personaggio con i suoi limiti, le sue debolezze che gli impediscono di vivere anche i sentimenti più semplici e profondi.

Tre donne nella vita di Lazar: Marusja, la moglie del suo mentore, di cui è perdutamente innamorato; la sua futura sposa, intrappolata in un matrimonio di convenienza; infine la piccola nipote Lidocka, futura promessa della danza.

La vita di questi personaggi si mescoleranno a un contesto storico di grandi cambiamenti, dalla fine dell’impero zarista, dalla rivoluzione bolscevica fino agli anni novanta, anche se resteranno incollati alla vita intellettuale con non poche contraddizioni.

L’autrice, con Le donne di Lazar’, – tradotto da Corrado Piazzetta per Voland Edizioni – si è classificata terza al prestigioso premio letterario Bol’saja kniga, con un’acuta e ironica scrittura, Marina Stepnova ricostruisce oltre alla vita dei protagonisti, un contesto storico curato ed esaustivo, gli eventi che fanno da cornice a questa storia aleggiano senza distogliere il lettore dagli accadimenti di base, anzi riesce brillantemente ad accattivare e illuminare il lettore alle condizioni e ai cambiamenti di un popolo che aveva attraversato la Grande Guerra e si apprestava a viverne un’altra, ancora più devastante.

Il fascino della letteratura russa ci viene reso da un’edizione quella di Voland, di straordinaria bellezza.

“E Marusja cedeva, piantava, legava, smuoveva con le dita la terra misera di N-sk, mormorava qualche parola, quasi a infondere nei gracili germogli una forza supplementare La amavano tutti, nessuno escluso. Persino i fiori.”

Marina Stepnova

Con la sua lingua elegante che attinge con maestria da un’ampia gamma di registri, e la capacità di alternare tocchi lirici e tagliente ironia, è tra i più interessanti scrittori russi contemporanei. Autrice di tre romanzi, con Le donne di Lazar’ (2012) si è classificata terza al più prestigioso premio letterario russo – il Bol’šaja kniga – ed è stata finalista ai premi Russkij Booker, Nacional’nyj bestseller e Jasnaja Poljana, solo per citare i più importanti. Il libro ha ottenuto un ampio consenso di critica, è stato tradotto in 24 lingue e pubblicato in tutto il mondo, dall’Europa all’India e ai Paesi arabi. Marina Stepnova vive a Mosca con il marito e la figlia piccola, con i quali è spesso anche nella sua casa in Toscana, terra da lei molto amata. Attualmente sta lavorando al suo quarto romanzo.

Una risposta a "Le donne di Lazar’di Marina Stepnova, Voland Edizioni – Recensione-"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: