Estratti dagli inserti

Articolo a cura di LV

L’intero pomeriggio di ieri dedicato alla lettura degli inserti. La giornata fredda invogliava a stare a casa e le recensioni la rendevano ancora più piacevole. “Robinson” e “tuttolibri” dedicano le copertine a due grandi della letteratura: Peter Handke e Julian Barnes. Due grandi, sì, però all’interno di “Robinson” ci sono due pagine dedicate a un grande della nostra letteratura: Leonardo Sciascia. img_1503Ricorre il trentennale della scomparsa e Enrico Del Mercato fa un viaggio nella Racalmuto dello scrittore lamentando una celebrazione sottotono. Non ha tutti i torti a dire il vero. “Repubblica” Palermo lo ha ricordato con un inserto di ben venti pagine e altrettanto fa oggi su Robinson. La fondazione Sciascia, a quanto pare, non promuove abbastanza l’opera del grande scrittore siciliano. Da un’icona della letteratura a due icone del teatro: Anna Maria Guarnieri e Giulia Lazzarini. Due attrici straordinarie che a 85 anni calcano le scene con l’entusiasmo di due esordienti. “Arsenico e vecchi merletti” di Kesserling è la pièce che portano in tournée dal 28 novembre nei teatri italiani. img_1507Se tra le tappe ci sarà Torino non escludo di andarle a vedere. Giulia Lazzarini è rimasta più fedele al teatro e con Streheler ha avuto un lungo sodalizio. Anna Maria Guarnieri, invece, oltre che nel teatro, è stata protagonista anche in televisione interpretando i grandi sceneggiati di Anton Giulio Majano e Sandro Bolchi. Gli indimenticabili sceneggiati in bianco e nero tratti dai grandi classici della letteratura.

E già che siamo nel teatro restiamoci perché su “tuttolibri” il bravissimo Marco Lodoli dedica una appassionata recensione a “IL MOSTRO E ALTRE STORIE” di Agota Kristof, quattro opere teatrali in cui la grande scrittrice (“La trilogia della città di K.” la sua opera più famosa) racconta “i sorprusi del Male sulla fragilità dell’esistenza”. img_1505Da poco sono stati pubblicati due suoi atti unici, “John e Joe” e “Un ratto che passa”, che ho letto e apprezzato e sicuramente leggerò anche questi. C’è chi sostiene che il teatro va solo visto, io mi ostino anche a leggerlo.

Ritorno a Handke per segnalare che ritorna in libreria con “LA LADRA DI FRUTTA” e “tuttolibri” lo omaggia pubblicando l’incipit del nuovo romanzo. img_1500Handke è un autore controverso e non sempre riceve i favori del pubblico dei lettori. Se lo volete conoscere vi consiglierei di iniziare con il suo libro più famoso: “La donna mancina”.

Rimango su “tuttolibri” per segnalare la lettura della prefazione che Salman Rushdie ha scritto per “NELL’ANNO DELL’ALCHIMISTA” la raccolta in due volumi dei racconti di Angela Carter. img_1510Interessante l’intervista a Martín Caparrós, scrittore argentino, autore di “TUTTO PER LA PATRIA” un giallo ambientato nella Buenos Aires degli anni ‘30 in cui “irride Borges e imita Camilleri”. Non sono un amante dei gialli, ma a sentire i nomi di Borges e Camilleri mi fa venire voglia di leggerlo.

Per gli amanti dell’horror Tommaso Pincio su “tuttolibri” e Leonardo G. Luccone su “Robinson” recensiscono il ritorno di un libro cult, “CASA DI FOGLIE”, il romanzo maledetto di Mark Danielewski. Due recensioni a dir poco entusiasmanti. L’horror non mi attira molto, ma forse un’eccezione con questo libro la faccio. img_1506Sempre su “Robinson” sono molto interessanti la recensione che Enrico Deaglio dedica a “LA DISMISSIONE” di Ermanno Rea utile da rileggere per capire quello che sta succedendo all’Ilva di Taranto e quella che Giovanni Pacchiano dedica alla ripubblicazione de “LE DUE CITTÀ” un classico di Mario Soldati. Questo l’ho già letto e vi assicuro che è un gran bel libro. Sono ben 650 pagine, ma se volete leggere qualcosa di più breve di Soldati ci sarebbero “Le lettere da Capri”, “L’incendio” e “I racconti del maresciallo”. Fate voi.

Non è una recensione, ma vale sempre la pena leggere Erri De Luca questa volta alle prese con un racconto dedicato alla montagna.

Di Barnes non mi stavo dimenticando. Oltre che la copertina, “Robinson” gli dedica un’intervista in cui parla soprattutto di pittura in occasione dell’uscita di un suo saggio, “CON UN OCCHIO APERTO”.img_1511

E un saggio è “CAHIER” il nuovo libro del più celebre e discusso autore francese: Michel Houellebecq. Stefano Montefiori, su “la Lettura”, gli dedica un’ampia recensione in cui ripercorre la carriera dell’autore e di come sia diventato celebre in Italia. Ho letto tanto di Houellebecq, forse quasi tutto, pur non condividendo, a volte, certe sue prese di posizione. Personalmente lo considero uno dei più grandi scrittori contemporanei che, al di là delle ideologie, merita di essere letto per il grande valore letterario della sua opera. Non so se sarà mai insignito del Nobel, ma il Goncourt con “La carta e il territorio” lo ha vinto e scusate se è poco.

A proposito di Nobel anche “la Lettura” dedica due ampie pagine a Peter Handke con un intervento di Alessandra Iadicicco che lo traduce.

“Questa non è una recensione, è la storia della fortuna di uno scrittore…” inizia così l’articolo che Mauro Covacich dedica a László Krasznahorkai. È un articolo veramente molto interessante in cui Covacich ripercorre la carriera dello scrittore ungherese, ricordando che fu il grande Sebald prima di morire a intercedere presso il suo editore americano per fargli pubblicare “Melancolia della resistenza” il secondo libro di Krasznahorkai che tuttavia non gli diede il successo che poi arriverà con “Satantango” premiato con il Man Boooker International Prize e che lo farà conoscere in tutto il mondo. Si sente che Covacich è un grande estimatore di Krasznahorkai e credo non esageri quando scrive che “c’è il sarcasmo di Gombrowicz, la sua razionalità contorta, c’è la minuzia sinistra di Kafka, l’attesa di Beckett, la follia sintattica di Bernhard…” Ho letto “Melancolia…” e “Il ritorno del Barone…” e credo che a questo punto devo assolutamente leggere “Satantango”.

Bene, penso di aver detto abbastanza per oggi e chiudo augurandovi una buona domenica e buone letture.

3 risposte a "Estratti dagli inserti"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: