Marie la strabica di Georges Simenon – Recensione

(Marie la strabica, Georges Simenon)

traduzione di Laura Frausin Guarino

Recensione di Riccardo Gavioso

“Belli capelli,

capelli d’oro,

che in mezzo

a tutta quanta quella gente

mi sentivo sola,

capelli d’oro

che sei partita

e chi lo sa se torni,

belli capelli

che ti coprivano

tutti i giorni.”

Erano passati una trentina d’anni dai tempi in cui era stato assegnato il titolo di Pettinatrice Imperiale, ma Sissi doveva essere ancora in grado di cavalcare all’amazzone la fantasia popolare, se una povera bambina prometteva a un’altra povera bambina: “Quando sarò ricca ti prenderò come cameriera, e ogni mattina mi pettinerai. “ E quanti capelli avrebbero dovuto rimanere sul cuscino prima che quell’ingenua promessa potesse realizzarsi.

Quanti capelli, quanta solitudine e quanto dolore.

E quanta abnegazione per la bella Sylvie, disposta a speculare sulla sua bellezza per abbandonare la misera pensione “Les Ondines” e approdare ai quartieri esclusivi di Parigi, per abbandonare l’uniforme da cameriera e indossare i panni della signora, quanta abnegazione da parte di quella bambina strabica che chiedeva scusa perfino quando qualcuno la urtava.

Che non era Marie, come Sylvie, ma “la” Marie.

Il Maestro di Liegi imbastisce questa storia di ascesa sociale a cavallo delle due guerre, ma sarà solo dopo la seconda che un’amicizia gregaria troverà il suo ribaltamento di ruoli realizzando un ricamo narrativo di raffinata perfezione.

Scritto da Georges nell’agosto del 1951 a Lakeville, Connecticut, pubblicato l’anno successivo e uscito quest’anno per Adelphi, questo romanzo e il suo straordinario lavoro di cesello psicologico è imperdibile… e non solo per i tanti appassionati di Simenon.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: