Il volontario di Salvatore Scibona

Il volontario di Salvatore Scibona

Traduzione di Michele Martino

66thand2nd Editore

Recensione di LV

Se avete una wishlist o una scaletta già ben definita con i libri da comprare e leggere e di queste non fa parte “IL VOLONTARIO”, forse è arrivato il momento di rivedere tutto e mettere, come si usa dire, “in cima alla lista” questo potente, straordinario, emozionante e meraviglioso libro.

Non mi capita spesso, ma quando ho finito di leggerlo sono immediatamente ritornato alla prima pagina e volevo iniziare a leggerlo un’altra volta. Ho letto solo le pagine iniziali, volevo capire come l’autore abbia potuto costruire una storia così tragica e commuovente partendo dall’angoscia e la disperazione di un bambino abbandonato nell’aeroporto di Amburgo; come abbia potuto da lì portarci in America e indietro di decenni, poi in Vietnam, farci partecipare a quella insensata guerra, e poi in Giappone e in Estonia e poi nuovamente in America e ancora in Europa e… senza mai farci perdere il filo della narrazione, assai ambiziosa e complessa, e senza far mai calare la tensione emotiva del racconto. Lo posso dire: “Il volontario” mi ha lasciato letteralmente senza fiato. Per un attimo mi sono sentito come “l’eroe” di Salinger, Holden Caulfield quando dice: “…quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono quei libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l’autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira…”

Ecco! Scibona, fosse stato mio amico per la pelle, non solo lo avrei chiamato ma lo avrei abbracciato e gli avrei detto: “ma che libro straordinario hai scritto?”

Convengo che alla fine della prima parte, per pochissime pagine, il libro è un po’ prolisso, ma è un “difetto” che si può sicuramente perdonare a un libro le cui restanti pagine sono tutte di straordinaria bellezza. Della trama non vi dico nulla. Vi ho anticipato che tutto parte dal ritrovamento di un bambino abbandonato in un aeroporto di Amburgo e da lì inizia il viaggio dentro le pagine di questo libro che vi farà conoscere altri personaggi, come Vollie Frade, Louisa e Elroy, che difficilmente riuscirete a dimenticare.

Volete sapere se lo rileggerò? Sì, senza alcun dubbio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: