Le penta storie di Eraldo Guadagnoli – I pentacuminati 5 storie di (dis) ordinario mistero – Daimon Edizioni

Titolo: I pentacuminati 5 storie di (dis) ordinario mistero

Autore: Eraldo Guadagnoli

Daimon Edizioni

Recensione di Loredana Cilento

“ La cosa peggiore per una persona è essere dimenticati”

Ci sono racconti che leggi perché ti occupano la mente e ci sono racconti che leggi perché la prosa ti spinge a farlo e questo il caso de I pentacuminati, ovvero 5 storie di (dis) ordinario mistero, immaginate da Eraldo Guadagnoli che esordisce nel genere dei racconti, ma non nuovo a pubblicazioni che sono state apprezzate per merito, ad esempio nel 2017 con Il colore dell’inganno (Virginia Edizioni) nel prestigioso Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica.

Cinque penta racconti ispirati, nei titoli che li accompagnano, alla mitologia greca, che sondano con arguzia le dinamiche che relazionano gli uomini e i loro istinti più profondi.

In Nemesi, il primo racconto è la storia di una vendetta, per far giustizia, per lavare l’onta della vergogna e dal fallimento.

In Lete, l’oblio, due giovani che si lasciano con la promessa di ritrovarsi, di non dimenticare quell’amore che li aveva uniti fino alla decisione di allontanarsi, ma si sa la lontananza porta all’oblio, l’oblio è devastante.

Ci perderemo nel sonno di Ipnos con un protagonista che si affida alle cure di una psicoterapeuta per guarire dalla sua “malattia”.

Con Eros leggeremo una storia seducente tra miti e leggende.

Conclude la raccolta Aretè, virtù, con un’indagine poliziesca molto particolare.

I Pentacuminati sono cinque brevi storie dal grande contenuto, ognuno può trarre la propria riflessione, brevi elucubrazione che indagano vizi e virtù dell’essere umano. Grande protagonista di queste storie è sicuramente la prosa, come dicevo, curata e coinvolgente di grande ispirazione classica.

Racconti lampo e affilati quasi imperscrutabili, talvolta misteriosi indagatori degli incubi, che sviscerano l’intimità dell’anima, essenziali e minimalisti come il mio amato Carver.

Eraldo Guadagnoli è nato a Sulmona, in provincia dell’Aquila, nel 1974.

Dopo aver completato gli studi a indirizzo umanistico e una specializzazione in editoria e comunicazione, collabora con diverse case editrici.

Una risposta a "Le penta storie di Eraldo Guadagnoli – I pentacuminati 5 storie di (dis) ordinario mistero – Daimon Edizioni"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: