La valigia del venerdì di Antonio Giugliano – Freccia D’Oro Edizioni

Titolo:La valigia del venerdì

Autore:Antonio Giugliano

Editore: Freccia D’Oro, 2020

Pagg: 214

Recensione di Loredana Cilento

“Gli innamorati vivono una follia in equilibrio tra l’incoscienza e l’imbecillità, ma che importa dal momento che si smette la consapevolezza di sé come unico e si comincia a pensare come coppia?”

Sinossi

Michele Sanacore è un uomo che mente. Dopo una vita passata a Bologna si procura un documento d’identità falso e torna a Santa Marina, suo paese natale, in un’isola del basso Mar Tirreno. Qui s’innamora di Conni, ma la donna è intrappolata in una vicenda matrimoniale controversa: i due amanti progettano di scappare dopo aver rubato al marito di lei una somma considerevole. Un vecchio amico d’infanzia sgama la vera identità del protagonista e gli propone di entrare nella sua organizzazione dedita allo spaccio di cocaina: gli insegna i trucchi del mestiere e lo tratta come un fratello. Sanacore accetta, nell’attesa che arrivi il giorno della tanto desiderata fuga.

La valigia del venerdì dello scrittore Antonio Giugliano, edito da Frecce d’oro edizioni, è una storia d’amore, di sesso, ma anche un giallo appassionante ambientato in una immaginaria isola del Mar Tirreno.

img_2996
clicca per accedere 

Il protagonista, Michele Sanacore cambia identità per sfuggire ai debiti e a una vita di insoddisfazioni, si rifugia nella sua isola natale, dove inizierà una relazione con una donna affascinante e soprattutto, sposata a un uomo poco raccomandabile.

In un susseguirsi di eventi, Michele alias Nicola Greco, sarà letteralmente preso da Conni, e dagli affari loschi di un suo compagno d’infanzia.

“…alla fine si vive una volta sola ed è tutta una scoperta, la vita. Che importano la galera o la miseria o qualsiasi fortuna o sfortuna? È un viaggio, ed è lʼunica cosa che conta.”

La valigia del venerdì è un libro interessante, con una narrazione potente, il linguaggio spesso carico di tinte forti ben si adatta all’atmosfera che lo scrittore intende valorizzare.

Il pathos raggiunge l’apice con le descrizioni emozionanti dello stato emotivo del protagonista, che pur essendo ritratto come uno spavaldo e impavido, è in realtà un buono, tutto ciò che gira attorno a lui è tutto e il contrario di tutto, un gioco dove tutti sono protagonisti consapevoli e non…

Antonio Giugliano è nato a Napoli e risiede in un paese della provincia del capoluogo campano, dopo aver vissuto per diversi anni in Umbria, in Toscana e a Roma. Ha pubblicato nel 2006/2010 la raccolta Racconti bastardi e nel 2017 il romanzo Love kaputt. Alcuni suoi racconti sono stati accolti in diverse antologie cartacee e in riviste letterarie online quali Crapula club e L’Irrequieto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: