Il sinonimo di insoddisfazione. Diario di una sguattera di Ilaria Fanton – Augh! Edizioni

Titolo: Il sinonimo di insoddisfazione. Diario di una sguattera

Autrice: Ilaria Fanton

Edizioni: Augh! Giugno 2020

Pagg: 122

Recensione di Loredana Cilento

“Credo di essere diventata una sguattera il giorno che è morto mio padre. Un sabato sera di otto anni prima.”

Qual è il sinonimo di insoddisfazione? Per la protagonista di questo romanzo-raccolta di racconti la risposta non è facile; il filo conduttore delle proprie esperienze di vita si interseca con gli alti e i bassi di un’esistenza vissuta nella dualità di laureata in Estetica e… sguattera.

piatto_cop_web_AUGH_IlSinonimoDiInsoddisfazione_15x21_bandelle
clicca per accedere

Una condizione che le permette di conoscere e confrontarsi con personaggi come l’Artista, titolare del ristorante dove lavora; un pittoresco mentore che la spinge a definirsi attraverso i racconti che la ragazza ama scrivere quando viene colta dall’ispirazione. Ma la sua dimensione di “umile filosofa” le impone anche di dover affrontare numerose amarezze, in bilico tra i fantasmi del passato e l’amore impossibile per un uomo impegnato e indeciso. Il sentimento di frustrazione, assieme alla presa di coscienza del proprio valore, porteranno la protagonista a dei bivi sia in ambito professionale che sentimentale, permettendole di compiere le scelte decisive per il proprio destino.

Un libro molto particolare quello di Ilaria Fanton, Il sinonimo di insoddisfazione. Diario di una sguattera, edito da Augh! Edizioni; tutti prima o poi proviamo quel sentimento di frustrazione, di angoscia che attanaglia e sembra non sparire mai, è l’insoddisfazione di non essere appagati, per un lavoro, per un amore non corrisposto.

La protagonista vive fortemente la sua mancanza, una carenza affettiva e psicologica, che fa rivivere nei suoi personaggi raccontati, nelle brevi storie che scrive tra un episodio e l’altro della sua vita.

Riusciamo a percepire il suo distacco dalla realtà e farlo emergere, con pacatezza e desiderio di fuggire, nascondendosi dall’inevitabile certezza di un amore finto, fatto di bugie e vigliaccheria.

“Non so come si comporterà Lui. Lo vedremo. Però stavo pensando che il tuo sinonimo di insoddisfazione potrebbe essere proprio il sentirti una sguattera. Credo che le due cose siano strettamente legate. E che dovresti smetterla di ossessionarti con le parole e osservare di più quello che concretamente succede”

Sono le parole dell’Artista a scandagliare l’universo della protagonista, che di fatto sguattera non è, ma vive come tale la sua condizione: il saggio Artista le dà le risposte che cerca nella sua anima tormenta.

Poche volte mi è capitato di leggere un libro così ricco di stati d’animo, e di domande alle quali è difficile rispondere, perché non sempre esistono le parole giuste per fugare i nostri dubbi, le nostre incertezza.

Sarete investiti letteralmente dal tumultuoso terremoto intimo della protagonista, per poi trovare, forse, l’accettazione,  perché come canta Il grande Vasco...è tutto un equilibrio sopra la follia.

Ilaria Fanton, romana, è nata nel 1987. Nel 2012 ha conseguito la laurea in Filosofia. Ha preso parte a diverse rappresentazioni teatrali. Gestisce il canale YouTube Soliloquiamente, dove commenta libri classici e diffonde il lavoro degli emergenti. Ha organizzato e presentato eventi culturali, sempre volti alla promozione di autori esordienti. È stata, inoltre, speaker per alcune web radio in qualità di intervistatrice di scrittori. Con il racconto breve Il mondo di Giulia nel 2007 ha vinto una targa e un riconoscimento. Nel 2008, in seguito alla partecipazione al concorso letterario “Il Molinello”, ha pubblicato il racconto Tutto troppo presto. Ha curato le prefazioni di Alina. Autobiografia di una schiava di Giovanni Garufi Bozza (2013), I racconti dell’inquilino di Andrea Frattali (2017) e Venti giornate al rogo di Flavio Carlini (2018), nonché la postfazione del romanzo San Vitale 122 di Fabio Blanco (2017).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: