Gli effetti invisibili del nuoto di Alessandro Capponi – Hacca Edizioni

Titolo: Gli effetti invisibili del nuoto
Autore: Alessandro Capponi
Editore: Hacca Edizioni, 2020
Genere: Racconti
Pagg: 150
Recensione di Loredana Cilento


“La cosa più veloce che ho visto è la dignità, chi la fa fuggire non ha modo di raggiungerla.”
Conosciamo tutti, bene o male, gli effetti benefici del nuoto sul nostro corpo, ma conosciamo quelli che non vediamo ad occhio nudo?


Gli effetti invisibili del nuoto di Alessandro Capponi, edito da Hacca Edizioni dal 10 settembre in tutte le librerie, raccoglie dieci racconti, con dieci protagonisti che trovano finalmente la loro strada, una luce in fondo a un tunnel, una liberazione intima, un potere salvifico bracciata dopo bracciata.


E così il gentile tricheco, signor Alfredo che da anni nuotava nella piscina dell’anonimo quartiere romano, con il suo stile unico, lento, pigro, sbuffo dopo sbuffo, avrà finalmente il coraggio per
lasciare quella vita stanca e noiosamente quotidiana per andare via lontano.


“ogni uomo che vi nuoti, che lo faccia ogni giorno o non lo faccia da secoli, si trasforma in un altro animale. Così ci sono rane e delfini, certo, e balene, naturalmente, e ci sono cani e perfino insetti, perfino serpi e topi. I gatti no perché quelli si fermano dietro al vetro, immobili, a guardare ciò che agli altri sfugge. Invece chi si spoglia e si bagna, forse inizialmente senza saperlo, accetta la roulette della trasformazione”


Che dire della lumaca Beatrice che inizia improvvisamente a nuotare fuori dall’acqua, sfidando in un certo senso, le regole ordinate, metodiche di una vita irreprensibile, di moglie, madre e impiegata. Sfida le convenzioni tra la propulsione di un craw e una bracciata a stile libero, per poi prendere fiato con una boccata a rana e indietreggiando a dorso, tra i visi sgomenti di insegnanti e capo ufficio.


Meo, La tartaruga senza guscio, ritroverà le parole, parole bagnate, le parole che hanno un grande potere, quello di dare leggerezza, come una tartaruga senza guscio che si libera di un peso.
V.V affronta un passato sconosciuto con il topo B.C, i due si ritrovano a condividere, una vita stropicciata e opaca, seduti a guardare il passato, il presente e il futuro.


Una sfilata di personaggi a bordo piscina, che sveleranno la propria anima, pronti a tuffarsi nell’infinito universo del cambiamento, a spogliarsi finalmente dalle incertezze, per indossare una impermeabile conoscenza del proprio essere. Segreti, amore amicizia, dubbi, una vasta gamma di emozioni che trascinano il lettore in una lettura il cui significato parte proprio da quell’elemento indispensabile e principale che è l’acqua.
L’acqua come fonte di vita, ma anche come simbolo indiscutibile di adattabilità, libertà e resistenza.

Alessandro Capponi ci svela le anime profonde di ogni protagonista, con leggerezza e una
brillante narrazione, ci lasciamo trasportare da Gli effetti invisibili del nuoto.

“I gesti del nuoto sono i più simili al volo. Il mare dà alle braccia quello che l’aria offre alle ali; il nuotatore galleggia sugli abissi del fondo.” Erri De Luca.

Alessandro Capponi classe 1970, Ha scritto per Corriere della Sera Nel 2007 ha pubblicato con Salerno L’amore dei nudi, giudicato il miglior esordio italiano dai lettori del festival “Premier roman” di Chambery, in Francia. Nel 2009 per Rizzoli ha scritto, grazie ai ricordi di Carla Verbano, 
Sia folgorante la fine, la storia di Valerio Verbano, e giovane antifascista ucciso a Roma nel 1980 nel pieno della lotta politica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: