Nero ferrarese di Lorenzo Mazzoni- Pessime idee edizioni

Nero Ferrarese di Lorenzo Mazzoni

Pessime Idee edizioni, 2020

Noir, pagg 152

Recensione di Loredana Cilento

“la ferrea resistenza di pochi al declino della società sarebbe servita a instaurare nuovi valori.”

L’ispettore Pietro Malatesta, il personaggio letterario creato dalla frizzante penna di Lorenzo Mazzoni, ritorna in un nuovo avvincente episodio edito da Pessime idee Edizioni, Nero Ferrarese

Conosciamo l’eccentrico ispettore Malatesta, lo sbirro outsider che ama i noodles, la bicicletta e soprattutto la Spal; indossa jeans e giubbotto di pelle come il suo eroe Starsky ma il suo agente Gavino Appuntato non può essere certo il suo Hutch, visto il suo carattere mansueto tendenzialmente premuroso. Quando l’ispettore si trova difronte alla scena del crimine il suo pensiero è rivolto alla giovane età della vittima, vent’anni e con la tessera di Azione Nord, un gruppo dell’estrema destra. Malatesta non crede assolutamente che siano stati gruppi appartenenti alla sinistra, che la politica non c’entri un bel nulla.

Ben presto arrivano le rivendicazioni deliranti degli Spontaneisti Armati Combattenti “Che le nostre sono e saranno sempre rivendicazioni di giustizia”

Le indagini sono però a un punto morto e le pressioni sono sempre più stringenti fino a quando qualcosa si muove, grazie soprattutto alle rivelazione di una giovane modella hot.

Un noir che si legge tutto d’un fiato, un concentrato di azioni e brevi dialoghi, il tutto si muove nella malinconica Banlieue ferrarese, avvolta dalla sua umida nebbia.

La storia ruota tutt’attorno alle idee di destra e di sinistra, omicidi, stragi, un terrorismo involutivo che coinvolge i giovani, stancamente rappresentati da un nonsense quotidiano, in cerca del proprio posto al sole, della propria identità: il giovane figlio di Malatesta incarna esattamente questa ricerca del proprio essere, così come i giovani protagonisti ritratti sullo sfondo della malinconica città degli Estensi, infervorati da ideologie estremiste.

Particolari i brevi capitoli che si alternano tra il vissuto personale di Malatesta e l’indagine: un vissuto fuori dagli schemi con una madre coltivatrice di erba, un figlio che tenta di seguire il cammino del Corano, una ex moglie che vive con il boy troglodita, tutti in una unica casa.

Emerge anche il ritratto di un’altra Ferrara, non solo turismo artistico e memoria rinascimentale, ma la Ferrara periferica e quotidiana del baretto e dello stadio.

Un flusso narrativo veloce, immediato che riserva sempre un piccolo focus sui vari argomenti in evidenza: Ferrara, la tifoseria calcistica, i bar di quartiere, i giovani e la loro identità.

Malatesta è una voce fuori dal coro, ma è anche qualcosa di più: è memoria, è la percezione del mondo che sta cambiando, è un percorso evolutivo in una città che sta modificando il suo volto.

Lorenzo Mazzoni è giornalista de Il Fatto Quotidiano, è nato a Ferrara nel 1974. Ha abitato a Londra, Istanbul, Parigi, Sana’a, Hurghada e ha soggiornato per lunghi periodi in Marocco, Romania, Vietnam e Laos. Scrittore, saggista e reporter ha pubblicato numerosi romanzi, tra cui Apologia di uomini inutili, Quando le chitarre facevano l’amore– con cui ha vinto il Liberi di Scrivere Award Un tango per Victor, Il muggito di Sarajevo, In un cielo di stelle rotte. Diversi suoi reportage e racconti sono stati pubblicati su Il Manifesto, Il Reportage, East Journal, Scoprire Istanbul, Reporter e Torno Giovedì.
È docente di scrittura creativa di Corsi Corsari e consulente per diverse case editrici. Nel 2015 è entrato a far parte di Mille Battute, un contenitore culturale di esperienze umane che promuove workshop di scrittura, reportage e fotografa in giro per il mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: