Focara di sangue di Carmelo Greco – FogliodiVia edizioni

Focara di sangue di Carmelo Greco

Edizioni Fogliodivia

Pagg: 216

ISBN: 9788894434163

Recensione di Loredana Cilento

“Brucia. Brucia.

Le fascine bruciano.

Gli arbusti, bruciano.

La focara tutto brucia…”

Cinque ragazzi, cinque adolescenti animati dal furore dell’età e dal fascino del crimine, Mirko, Mauro, Sergi, Rizzelli e Nitto, sono in attesa che il grande spettacolo della Focara di Sant’Antonio (Una tradizione tipica che si svolge il 17 gennaio, in molte città pugliesi, per festeggiare Sant’Antonio, protettore degli animale e degli uomini) abbia inizio, ai piedi della grande torre incandescente tra gli sguardi entusiasti degli stranieri, si agitano gli animi dei giovani protagonisti.

Una breve premessa per introdurvi il nuovo libro di Carmelo Greco, Focara di sangue, edito da Fogliodivia, 2020.

Un romanzo di formazione ma, anche un romanzo sociale, che scandaglia la vita dei cinque adolescenti che, per spirito di ribellione, si lasciano attirare dalla “bellezza” del male.

Focara di sangue è il ricordo di una notte in cui tutto è cambiato per il giovane Mirko,  sul treno che lo riporta al suo passato, la sua mente va a quella notte di undici anni prima, una notte di sangue e terrore, una notte di ferro e fuoco.

I cinque ragazzi si ritrovano a condividere loro malgrado, i traffici illeciti del boss del quartiere, il Barone che approfitta della loro condizione sociale, del loro smarrimento, per guidarli nel mondo illecito dei suoi affari: essere amico del Barone significava essere protetti e godere di rispetto.

“Il Barone lo fissò in profondità: «Questo non ha importanza. Lo sai, invece, che la casa non basta, vero? Che tuo padre Senzapalle non potrà mai pagare i suoi debiti?».”

Ci sono gli ulivi inariditi   dal batterio killer, ci sono gli immigrati arrivati con i barconi della speranza,  ci sono, in questo libro, tanti elementi di riflessione che ne potenziano la narrazione: “il momento in cui tutto lo Jentu si trasformava in un enorme campo di lavoro popolato da squadre di etnie differenti, ma identiche nella comune forma di schiavismo. Capitava che la polizia o la finanza beccassero qualche azienda agricola e mettessero i sigilli, arrestando magari un pesce piccolo come il caporale della stessa nazionalità dei braccianti. Ma finiva tutto lì.”

La realtà del territorio esacerbato da un contesto sociale difficile, la fuga da quegli inverni cupi, ventosi e soprattutto fuggire da un silenzio assordante.

Come dicevo, un romanzo di formazione in cui il protagonista si redime, cresce, si evolve, intendiamo, non è una denuncia, non è un puntare il dito contro la mentalità criminale che si sviluppa nei paesini del sud, è più uno sguardo impotente sulle dinamiche che  innescano l’atto criminoso, un’indagine profonda tra il mondo dei giovani e il mondo degli adulti, tra  incomprensioni e silenzi, gap generazioni a confronto, tra genitori e figli.

“Focara di sangue è un romanzo di viaggio e di frontiera, di polvere e coraggio, ambientato in una parte del Sud Italia, dietro cui affiora la Puglia, dove sempre più spesso i ragazzi diventano adulti troppo presto”.

Carmelo Greco è nato a Catania nel 1966. Giornalista professionista, dal 2014 ha stabilito il suo domicilio in Puglia, nel Salento, dopo aver vissuto a Bologna e Milano. Oltre ad aver scritto alcune opere teatrali, è autore del romanzo Le stagioni di Cavabella e della storia di impresa Sui banchi del Salento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: