La notte degli spilli di Santiago Roncagliolo – Keller editore

La notte degli spilli di Santiago Roncagliolo

Keller editore, 2020

Traduzione di Angela Lorenzini

Recensione di Loredana Cilento

“Nella Lima del 1992 sapevamo poco della vita. E la vita sapeva poco di noi.”

Quattro adolescenti, quattro vite che si consumano nella quotidianità della scuola, anime che sobbollano nel grande pentolone dell’adolescenza, in una Lima roboante di attentati e sequestri, pericolosa a tal punto da non doverti far trovare impreparato difronte al blackout, Carlos, Beto, Manu, Moco, vivono un odio profondo nella signorina Pringlin, integerrima e austera professoressa della scuola dei Gesuiti, La Immaculada.

Gli eventi sfuggono di mano quando Manu, leader autoproclamato del gruppo, decide di compiere un’azione dimostrativa, quanto punitiva nei confronti della Pringlin,

Noi siamo come gli spilli: scolari di merda, persi in mezzo ad altre migliaia di scolari di merda. Allora, quale dei due spilli vogliamo essere? Il primo o il secondo? Sprofonderemo nella sabbia senza lasciare tracce, o lasceremo un’impronta del nostro passaggi.

Capitoli veloci, come la narrazione, veloce ed essenziale, quattro voci narranti che si alternano nel ricordo di una notte, in un crescendo di tensione e suspense.

I quattro ragazzi sono fortemente diversi tra loro, piegati dalle loro storie familiari, anime inquiete che si ribellano al mondo degli adulti, accomunati dalla diversità del resto della società e dai quartieri più disagiati popolati dalla povertà e dal disagio economico.

Il contesto sociale degli anni novanta a Lima è reso vivido e palpabile, Roncagliolo riesce a dosare con estrema bravura, il clima di terrore, lo scoppio delle bombe, il buio, il coprifuoco, con una storia di quattro giovani che quasi per ironia, ripercorrono un passato straziato da una dittatura che portò alla morte migliaia di dissidenti.

Quando io andavo a scuola, c’era una guerra in questo Paese. Di notte, sentivamo le bombe. Facevano saltare i tralicci della corrente e si restava al buio. C’era il coprifuoco. Se guidavi la tua auto alle due del mattino, le autorità avevano il permesso di ucciderti. A volte, all’alba, trovavi un cadavere per strada, avvolto nei giornali, sorvegliato da un poliziotto
che sbadigliava.

Un ritratto oscuro di un Paese straziato e incattivito, i giovani con la loro ribellione cercano di farsi strada nel duro mondo degli adulti; ottime le personalizzazioni dei protagonisti, come dicevo molto diversi tra loro, e che via via si perderanno nella confusione degli eventi. Il linguaggio quasi spietato dalle tinte forti, tipico del microcosmo adolescenziale, ben si adatta alle voci dei quattro ragazzi.

La notte degli spilli è un mosaico di storie private che si intrecciano e si scontrano in un tumulto di affetti e disperazione, la sfumatura del romanzo noir è sapientemente sfruttata per far entrare il lettore a pieno ritmo in una trama che si snoda su più prospettive, avvince e stupisce fino alla fine, quattrocentocinquanta pagine di pura letteratura!

La notte degli spilli è forza, dramma e tensione.

Santiago Roncagliolo (Lima, 1975) è uno dei romanzieri di lingua spagnola più noti a livello internazionale. Con la sua produzione ha toccato vari generi dal giallo al romanzo psicologico, utilizzandoli sempre per sondare in profondità l’essere umano e il suo rapporto con la società. La rivista «Granta» lo ha indicato come uno dei migliori scrittori della sua generazione, il «Wall Street Journal» lo ha indicato come uno degli eredi di García Márquez mentre il «The Guardian» ha selezionato il suo I delitti della settimana santa – uscito in Italia per Garzanti – come uno dei grandi romanzi sul Perù. Tra i suoi libri editi in italiano anche Crescere è un mestiere triste (Keller).

Una risposta a "La notte degli spilli di Santiago Roncagliolo – Keller editore"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: