Gli estratti dagli inserti letterari.

Agli europei di calcio e alle Olimpiadi con noi italiani gli inglesi se ne sono usciti con le ossa rotte e come se non bastasse a caricare la dose di “mazzate” ci pensa la più grande autrice inglese: Hilary Mantel. L’intervista su “Robinson” concessa a Antonello Guerrera è fin troppo eloquente in questo senso.


Ma andiamo ai libri.
“LA LADRA DI PAROLE” dell’attrice nigeriana Abi Daré è il libro che più mi ha incuriosito grazie alla bella recensione di Viola Ardone che lo premia con 3⭐️ e soprattutto perché finalmente la casa editrice “Nord” che lo pubblica ha finalmente deciso di fare una copertina diversa da tutte le altre.
Registriamo, per gli appassionati del genere, il ritorno di Jo Nesbø con “GELOSIA”. Recensito e premiato con 3⭐️da Claudia Morgoglione.


Per la rubrica “riscopriamo l’autore” Marco Belpoliti ricorda magistralmente Luigi Meneghello. “LIBERA NOS A MALO”, che vi consiglio, è considerato il suo capolavoro; Belpoliti mi spiazza sottolineando la bellezza de “I PICCOLI MAESTRI uno dei più bei libri sulla Resistenza”. Lo segno.

Un ritorno al passato può essere interessante.
Questo è quanto di interessante propone questa settimana “Robinson”. E “tuttolibri”? Il settimanale torinese dedica la copertina alla nuova edizione con una nuova traduzione del capolavoro di Bernanos “DIARIO DI UN PARROCO DI CAMPAGNA”. Leggetelo se non lo avete mai fatto. Merita.


Non mancano, ovviamente, le interviste come al solito molto interessanti. Leonardo Martinelli intervista il “premio Goncourt” Fouad Laroui e ne recensisce l’ultimo libro “ LO STRANO CASO DEI PANTALONI DI DASSOUKINE”. Sono nove racconti pubblicati da “Del Vecchio editore” una piccola casa editrice indipendente che spesso porta in libreria delle vere e proprie chicche.


La seconda interessante intervista è quella concessa da Aimee Bender a Laura Pezzino (la Pezzino è veramente brava e mi piace) in occasione dell’uscita de “LA NOTTE DELLE FARFALLE”. La Bender, per chi non la conoscesse, è l’autrice de “L’inconfondibile tristezza della torta al limone”.
Interviste a parte, il libro che segno su “tuttolibri” è “UNA BESTIA IN PARADISO”, per due motivi: primo perché lo recensisce la bravissima Andrea Marcolongo che non sbaglia mai un colpo; secondo perché lo pubblica la e/o la casa editrice del mio adorato Izzo. Ognuno ha le sue debolezze 😉

E le mie debolezze sono indirizzate anche verso la Iperborea che porta in libreria “L’UCCELLO NERO” di Gunnar Gunnarsson già autore de “IL PASTORE D’ISLANDA”.


Con questo è tutto e come sempre vi auguro una buona domenica e tante buone letture.

Articolo a cura di LV

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: