Il lavatoio di Sophie Daull – Voland Edizioni

La scrittrice e attrice francese Sophie Daull, con Il lavatoio, suo terzo libro, ha conquisto meritatamente il Premio dell'Unione Europea per la letteratura: grazie all'attenta e precisa traduzione della brava Cristina Vezzaro, possiamo leggere in Italia un libro molto particolare, dalla struttura quasi ermetica, tra finzione e biografia,

Gli estratti dagli inserti letterari.

Com’è giusto che sia anche nelle redazioni degli inserti letterari comincia ad aleggiare l’aria delle vacanze estive. Poche recensioni degne di nota e, di conseguenza, poche segnalazioni. “Tuttolibri” concede le prime sette pagine a un lungo racconto di Flannery O’Connor. “PUNTO OMEGA” è il titolo ed è tratto dall’omonima raccolta che nel 2022 sarà pubblicata... Continue Reading →

Pacifico di Stéphanie Hochet – Voland Edizioni

La scrittrice francese Stéphanie Hochet ripercorre il presente e il passato di Kaneda Isao a poche ore dalla soluzione finale, addestrato come ogni sakura, fiore che simboleggia il Giappone, a sacrificarsi schiantandosi contro un incrociatore americano nel pieno rispetto del codice d'onore dei samurai, nel suo nuovo romanzo Pacifico, pubblicato da Voland nella collana Amazzoni e tradotto da Roberto Lana.

Simbolismo e metafora in Se fosse di Helle Helle – Scritturapura edizioni

Perdersi e poi ritrovarsi, questo il tema centrale del nuovo libro tutto al femminile della scrittrice danese Helle Helle, all’anagrafe Helle Olsen, nata a Nakskov, ha studiato letterature comparate all’università di Copenaghen e ha poi frequentato la Forfatter Skolen, la Scuola che ha formato tutte le ultime generazioni di scrittori danesi: torna in libreria per Scritturapura, con l’eccezionale traduzione di Bruno Berni, con Se fosse.

Hermann Hesse

Tutti i libri del mondonon ti danno la felicità,però in segretoti rinviano a te stesso. Lì c'è tutto ciò di cui hai bisogno,sole stelle luna.Perché la luce che cercavivive dentro di te. La saggezza che hai cercatoa lungo in bibliotecaora brilla in ogni foglio,perché adesso è tua. Hermann Hesse

Blog su WordPress.com.

Su ↑