Monster di Walter Dean Myers – Marcos y Marcos edizioni

Monster di Walter Dean Myers

Marcos Y Marcos  2021

Traduzione di Paolo Ippedico

Recensione di Loredana Cilento

“Disteso sulla mia brandina, penso a tutto quello che è successo nell’ultimo anno. Non c’era niente di straordinario nella mia vita. Nessun fulmine è esploso in cielo. Non ho detto nessuna parola magica per trasformarmi in un’altra persona. Eppure sono qui, forse sul punto di perdere la mia vita, o la vita che avevo. Ora capisco perché ti tolgono i lacci delle scarpe e la cintura, quando sei in prigione.”

Essere nel posto sbagliato, al momento sbagliato, Steve Harmon è accusato di aver partecipato – come  palo – alla  rapina avvenuta al drugstore con i suoi complici, finita in tragedia, l’accusa chiede la pena di morte per il sedicenne afroamericano Steve Harmon, perchè Steve Harmon è un Mostro.

Monster è il libro più celebre scritto da Walter Dean Myers, (pubblicato a vent’anni dalla prima pubblicazione, da Marcos y Marcos, con l’appassionante traduzione di Paolo Ippedico) con circa due milioni copie vendute, è il  portavoce degli adolescenti dei ghetti di Harlem, recentemente  è stato tratto un lungometraggio distribuito da Netflix, diretto da Anthony Mandler. Tra gli interpreti, Jennifer Hudson e i rapper Nas e ASAP Rocky.

Voce narrante è il giovane Steve, che immagina di girare un film della sua storia, le riprese in PP, le dissolvenze in apertura e in chiusura di una scena, la cinepresa in movimento che inquadra in sequenza i testimoni, le guardie, gli avvocati, il pubblico ministero, la giuria che deve decidere se Steve è davvero un mostro o vittima di una casualità.

Sulla definizione di mostro si contestualizza il sistema sociale dei benpensanti, che biasimano e condannano sulla base di un concetto stereotipato, il pregiudizio. Nello specifico, nel libro di Myers si associa la conoscenza di un carismatico James King che affascina il giovane Harmon lo attira con le sue spire per farlo entrare in un altro mondo, quello della criminalità, l’accusa lo sostiene apertamente, punta il dito verso quel ragazzo che a suo dire era perfettamente cosciente dell’azione che stava perseguendo, perché i bravi cittadini devono essere protetti dai Mostri.

Steve Harmon è interprete, regista, ma soprattutto protagonista della sua storia, i suoi sogni, le sue aspirazioni da regista, la sua famiglia, tutto però potrebbe sparire, con un esito di colpevolezza. Steve Harmon è davvero innocente? 

Una lettura immediata, le scene, come in un film si susseguono velocemente dando lo spazio al lettore di seguire con accanimento un processo che sembra perso in partenza, fino all’evolversi nell’ultima scena.

“Filmo me stesso. Nei filmati parlo e racconto alla camera chi sono, ciò che penso di essere […] “Per questo mi filmo. Voglio sapere chi sono. Voglio conoscere la strada del panico che ho scelto. Voglio guardarmi migliaia di volte per cercare una sola vera immagine.”

Le storie narrate dallo scomparso autore Myers, cresciuto ad Harlem, sono di adolescenti che a volte si perdono, tra luci e ombre, tra bene e male, contestualizzando quel microcosmo di multirazzialità, nelle sue opere, che parlano di giovani e soprattutto ai giovani, che possono perdersi, ma che desiderano anche rinascere.

Drammatico, appassionante, avvincente, Monster è un romanzo tra pregiudizio  e riscatto.

Walter Dean Myers (1937–2014) è nato in West Virginia e poi cresciuto a Harlem in una famiglia adottiva.

Considerato un ragazzo difficile, era impacciato a scuola, formidabile sui campi da basket; leggeva moltissimo e si rendeva sempre più conto che la letteratura tagliava quasi completamente fuori storie come la sua, o di milioni di ragazzi come lui.

Sonny’s Blues di James Baldwin è stato il libro che gli ha cambiato la vita: da quel momento Myers si è dato l’obiettivo di “rendere visibili gli invisibili”, a beneficio di tutti, neri e bianchi, e ha scritto più di cento libri con al centro la ricchezza e la complessità che la diversità etnica comporta.

Nella sua lunga carriera ha vinto premi prestigiosi e la Library of Congress l’ha nominato portavoce nazionale della letteratura per ragazzi.

2 risposte a "Monster di Walter Dean Myers – Marcos y Marcos edizioni"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: