La teoria della carruba di Antonietta Di Vito – La Bussola edizioni

“Ho passato la mia infanzia in grandi case, popolate e vivaci. Nella casa del grande camino ogni stanza aveva un nome, ed ogni nome una storia, ed ogni storia riprende vita ogni volta che qualcuno entra o esce da quelle stanze della memoria. Non parlerò di tutte le stanze o di ogni stanza, ma questa storia inizia in quella grande cucina, con quel grande camino, il più grande che abbia mai visto”

  • Autore: Antonietta Di Vito
  • Titolo : La teoria della Carruba – Con brevi accenni a come non ho imparato a cucinare
  • Editore: La Bussola
  • Curato da Scrittura a Tutto Tondo
  • Anno di pubblicazione: 2021
  • Recensione di Loredana Cilento



Un grande camino in cucina è il ricordo che dà inizio alla bellissima storia narrata da Antonietta Di Vito, LA TEORIA DELLA CARRUBA CON BREVI ACCENNI A COME NON HO IMPARATO A CUCINARE etno-antropologa, lavora nel campo della ricerca sociale e della formazione ed è prolifica autrice di saggistica; La teoria della carruba è la sua prima opera narrativa, pubblicata nel 2021 da La Bussola edizioni, curato da Scrittura a Tutto Tondo.

Antonietta Di Vito intreccia il suo passato con gli avvenimenti che hanno segnato la storia d’Italia, tra l’attesa delle avventure di Sandokan e Disco Ring, le uscite con le inseparabili amiche, e l’arrivo di Babbo Natale, la Befana, tra barrette di cioccolato e le impronte di cenere nel camino. “Non mi fu fatto mancare nulla del mondo di fuori, da quella famiglia allargata di zii zie e nonni e case e lingue in cui vivevo: già grande arrivò anche Barbie, a cui cucivo vestiti come i miei.”

Purtroppo sono inevitabili anche gli eventi tragici di un’Italia che aspettava col fiato sospeso la salvezza del piccolo Alfredino Rampi, oppure quando a scuola si accendeva la radio per conoscere le ultime notizie sul rapimento dell’onorevole Moro.

Sapori e profumi innescano in Antonietta una profusione di ricordi, la sua madeleine sono le vainelle che liberano la memoria, più comunemente il cibo dei cavalli, la carrube, una passione nutrita fin da piccola, dalle feste di paese, alle fiere, già pronte per essere gustate anche nei giorni successivi.

Le carrube sono considerate un buon sostituto della polvere di cacao: ricche di fibre, ma povere di grassi, come il cacao sono una fonte di antiossidanti, ma non apportano caffeina.

“Aspettavo la festa o la fiera successiva, e sapevo che ne avrebbero avuto il sapore, oppure ero pronta a non ritrovarle mai più, consegnate per sempre alla loro insolita presenza, senza aspettative, senza bramosia, senza delusione.”

La carrube rappresenta il profumo del tempo passato, come diceva Proust: «Basta un lieve e soffice profumo, il naso inventa una via d’ingresso nella memoria»

Una scrittura sincera, vera a tratti poetica che coinvolge il lettore nella quotidianità di paese, nei giochi di una volta, quelli semplici, come la campana, la bicicletta, nascondino, con le ginocchia sempre sbucciate e il ricordo vivido che sa di primavera.

Echi letterari ci riportano alla passione sin da piccola dell’autrice: Pavese, Salgari, Verga…

Nella biblioteca del mio paese ho passato molte ore, molti pomeriggi, molte sere. Andavo nell’edificio scolastico di pomeriggio, quando a scuola non c’era più nessuno.”

Fino ad arrivare ai nostri giorni, ai suoi giorni, in cui il tempo fermato dalla pandemia si ritrova nella memoria, in quell’esperienza sensoriale che riattiva come un impulso il passato, attraverso gli odori della cucina, della domenica, il cibo si fa carne della propria carne.

Antonietta Di Vito, etno-antropologa, lavora nel campo della
Tra le sue pubblicazioni, ricordiamo Dono ed economie informali. Saggi di Antropologia economica, Roma (2008), e Identità mediterranea ed Europa. Mobilità, migrazioni, relazioni interculturali, Napoli, CNR-Collana sugli studi delle Società del
Mediterraneo. Ricordiamo inoltre i saggi “La smart city come nuova utopia urbana”
pubblicato in Abitare insieme. Living together, Napoli, CLEAN Edizioni, AAVV
(2015) e “Musine Kokalari, Muza d’Albania” in Insula Europea, disponibile on line.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: