La vita è una poesia…Finché un giorno di Shemi Zarhin – Recensione

Titolo: Finché un giorno

Autore: Shemi Zarhin

Editore: Spider&Fish

Pubblicazione:2018

Pagg: 529

Traduzione di Olga Dalia Padoa

Recensione di Loredana Cilento

“Capisci Ruchama, tutt’a un tratto la vita sembra quelle delle poesie che amavi una volta e che e che leggevi indicandomi le parole che si ripetevano, le frasi che si riflettevano e si ribaltavano, le sillabe che facevano rima. Siamo noi le poesie che volevi scrivere e che forse scriverai nella tua nuova stanza.”

Shemi Zahrin, noto regista, sceneggiatore e scrittore israeliano, ci accompagna, attraverso i decenni che si susseguono, in una storia, in una saga familiare , che ha tutte le caratteristiche di una pellicola in bianco e nero che, via via, si colora di emozioni.img_1282

Finché un giorno, pubblicato in Italia da Spider&Fish, è la magica storia di una famiglia, di amore in tutte le sue forme, è il profumo delle spezie che diffondono nella cucina di Ruchama, è il sogno di affermazione di Robert, è l’amore di un ragazzino, Shlomi e di Ella, che non voleva essere salvata, sono i castelli di libri del piccolo Hilik, che a sette anni sapeva già leggere, solo parole e non le storie, perché a lui piacevano i libri.

“Tra le mani stringerò le parole parole parole e starò molto attento che non cadano, e sappi che sarò una rilegatura colorata e non grigia e sbriciolata come quella dei tuoi libri”

Macondo, sulle sponde del Mar di Galilea, sorge la città di Tiberiade, il vento del mercoledì diffonde mistero e con esso strane malattie, che si confondono con surreali maledizioni.

Zharin ha colto, con questo romanzo tutti gli aspetti più belli di un luogo magico e anche i più tristi, gli amori quelli veri indissolubili che però il tempo sfuma, scolorisce per le debolezze umane, finché non fortifica e unisce di fronte alle tragedie.

Una galleria di personaggi straordinari, Ruchama e Robert, Shlomi e Hilik, e poi il nuovo Hilik e il nuovo Shlomi, la strana Ella, la grossa Vardina dal grande cuore, e poi tanti altri personaggi minori che disegnano una cornice attorno a storia ricca, affascinante, incantevole.

Amori giovanili, con le prime pulsioni sessuali, amori di una vita contagiati dalle bugie, intrecci e delusioni, scanditi nel tempo dalla nostalgia, dalla solitudine, dal silenzio delle cose non dette.

L’intraprendenza di Robert lo spinge a impiegarsi in tanti lavori manuali e un sogno nel cassetto: aprire una ditta di serramenti; Ruchama, donna austera, ma dall’animo poetico, ama leggere, ama i poeti a tal punto da chiudersi in lutti silenziosi per commemorarne la morte; Shlomi sognatore e anche introverso impara a leggere grazie al fratellino più piccolo, Hilik, che contrariamente sa già leggere e sogna di diventare una rilegatura; Vardina la vicina di casa e amica di Ruchama  apre il suo cuore a questa famiglia diventando parte di essa, e parte delle sofferenze che la attraversa, convince Ruchama a cucinare su ordinazione, piatti moderni, basta un po’ di maionese!

La vita si svolge tra alti e bassi, tra separazioni e incomprensioni, soprattutto con i vicini di casa, Hanna, innamorata di Robert, è la  madre di Ella, una bambina “strana” che ha dentro di sé malinconia e inquietudine,  vive la morte del padre, reduce dai campi di sterminio, con un distacco surreale.

Finchè un giorno è un libro talmente intenso, che difficilmente il lettore non si sentirà coinvolto e partecipe, la straordinaria capacità di Shemi Zharin sta proprio in questo: catapultare lo spettatore tra le immagini di un romanzo carico di sensualità e magia, che sotto certi aspetti ricorda le atmosfere del realismo magico di Marquez.

Non esagero se affermo che Finché un giorno è un capolavoro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: