Speranza e commozione nell’ultimo noir di Walter Mosley Gli ultimi giorni di Tolomeo Grey – 21lettere edizioni

Titolo: Gli ultimi giorni di Tolomeo Grey

Autore: Walter Mosley

Editore: 21lettere 11 novembre 2022

Pagg:301

Traduzione di Andrea Russo

Recensione di Loredana Cilento

“Cosa ricordi, zio?”

“Com’era nella mia testa prima che le cose diventassero confuse”

“E com’è?”

“È come se ci fosse una prigione nella mia mente.” disse Tolomeo “io sono nella cella e ci sono fuori tutte ‘ste persone che conosco che mi gridano di tutto ma non riesco a capire che stanno dicendo”

21lettere torna in libreria con il maestro del giallo Walter Mosley, dopo le indagini della fortunata serie del detective di Easy Rawlins, l’autore è stato insignito del National Book Award alla carriera, per la prima volta assegnato a uno scrittore afroamericano, per la sua straordinaria capacità di ritrarre i suoi personaggi in un tessuto sociale difficile e complicato. In questo nuovo romanzo, Gli ultimi giorni di Tolomeo Grey, tradotto da Andrea Russo, affronta le difficoltà di fronte alla recrudescenza dell’Alzheimer, una malattia feroce che consuma i ricordi, nel 91enne Tolomeo Grey.

Tolomeo Grey è affetto da un Alzheimer che avanza inesorabile, vive tra realtà, sogni e ricordi sbiaditi, flashback di un lontano passato, legati soprattutto alla sua infanzia nel Mississippi, a suo zio Coy, mentore e amico con il quale il piccolo T condivideva le giornate tra domande e risposte sulla vita e l’esistenza,e alla giovane moglie Sensa, morta inseguito a un ictus fulminante, al complicato rapporto che li univa, tra tradimenti e riconciliazioni.

Tolomeo era Piccolo T’ che alzava lo sguardo verso l’uomo che gli aveva appena svelato l’alfabeto, l’uomo che rubava per lui, sacrificandosi al giudizio dell’aldilà.

Tolomeo è lasciato a sé stesso da una famiglia assente, solo il pronipote Reggie se ne prende cura, proteggendolo da ogni sorta di pericolo, soprattutto sul piano umano. Sfortunatamente Reggie viene ucciso e a salvare il vecchio Papa Grey è l’unica persona non della famiglia, l’orfana ospitata dalla nipote di Tolomeo, Robyn, la giovane si prenderà cura di quest’uomo alla mercé del mondo.

Tolomeo è convinto che Reggie sia stato ammazzato per una ragione precisa, ed è deciso a scoprire il colpevole, ma per farlo deve recuperare lucidità, ma soprattutto deve trovare il modo per salvare i neri calpestati da un’intera epoca di soprusi, dolore e restrizioni con il tesoro di suo zio. Per farlo si affida a una cura sperimentale per recuperare la memoria, una cura che potrebbe ucciderlo più velocemente della vecchiaia.

“Morirò comunque”, disse Tolomeo. “Ma in questo modo non mi perderò quando mi guardo attorno per la Stanza, avrò la mia doppia vu erre i enne gi tutta per me, e poi potrei accendere la cosa, la cosa, la cosa.. quella cosa la”, disse indicando la televisione. Robyn sapeva come diventava Tolomeo quando parlava troppo o si agitava. Se fosse andato avanti ancora a lungo le sue parole avrebbero smesso di avere senso, e lui si sarebbe sentito frustrato, poi triste. “D’accordo zio Grey”, disse Robyn “ma quel dottore ha detto che probabilmente la medicina ti ucciderà”.

Mosley ha costruito una storia di speranza attorno a una condizione di solitudine e negligenza, affrontando un tema di grande riflessione, anche di fronte a una morte imminente, a un futuro ignoto, la felicità può ritrovarsi sotto strati e strati di caos e afflizioni, il tutto visto da una rara prospettiva, quella di un uomo, un anziano di colore, malato che dona una possibilità, un futuro ai più deboli, quelli considerati reietti di una società senza umanità.

Walter Mosley esplora i recessi più intimi dell’anima, sull’identità e la profondità dei sentimenti; commozione, ottimismo, amore, compassione, sono i tratti che distinguono un romanzo di sincera bellezza. Gli ultimi giorni di Tolomeo Grey è un libro di una ricchezza speciale e unica.

Attraverso il flusso di ricordi e brevi momenti di lucidità scanditi da un ritmo lento e pacato, quasi a evidenziare l’avanzamento della malattia, Mosley cattura l’attenzione del lettore sull’importanza e la necessità di conservare vividamente la memoria e salvaguardare gli anziani, custodi del nostro passato e guide preziose per le future generazioni.

Quando Tolomeo stava per girarsi, Robyn gli diede un bacio sulla guancia e gli sussurrò qualcosa che lui non senti.

Da Gli ultimi giorni di Tolomeo Grey è stata tratta la Serie TV prodotta e interpretata da Samuel L. Jackson, visibile su Apple TV.

Walter Mosley, re del noir dell’America nera. ha ricevuto nel 2020 il National Book Award alla carriera, oltre a numerosi altri riconoscimenti, tra cui anche un Grammy. Di lui abbiamo letto Il diavolo in blu, la prima indagine di Easy Rawlins, e La farfalla bianca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: